Home 5 Rassegna Stampa 5 Terremoto: ok progetti Marche 110 mln fondo complementare Pnrr

Terremoto: ok progetti Marche 110 mln fondo complementare Pnrr

"Rigenerazione urbana e strade comunali: dopo il Contratto Istituzionale di Sviluppo, le linee di azione del Pnrr Terremoto hanno iniziato il loro iter per quanto concerne i progetti promossi dai comuni per una somma pari a circa 110 milioni di euro".
"Rigenerazione urbana e strade comunali: dopo il Contratto Istituzionale di Sviluppo, le linee di azione del Pnrr Terremoto hanno iniziato il loro iter per quanto concerne i progetti promossi dai comuni per una somma pari a circa 110 milioni di euro".

 L’ Ufficio Speciale Ricostruzione Marche, fa sapere la Regione, ha infatti “completato, con due giorni di anticipo rispetto alla scadenza, l’ esame delle schede presentate da 85 Comuni del cratere. Una mole di lavoro enorme, che ha visto i tecnici impegnati sul campo, in una fase tanto delicata quanto nodale”. “Centri storici, aree verdi, monumenti, parchi, piste ciclabili; il carnet di interventi è ricco e variegato per la Sub-misura 3.1 ‘Progetti di rigenerazione urbana’, – ricorda – con quasi 84 milioni di euro di proposte validate dall’ Ufficio regionale che ora saranno trasmesse alla Cabina di coordinamento per l’ emissione della formale ordinanza di adozione. A questi si aggiungono anche i fondi, pari a 25 milioni, correlati alla Sub-misura 4.4 ‘Investimenti sulla rete stradale’: interventi che vogliono migliorare l’ accessibilità al territorio, specie nelle aree e frazioni più periferiche, ma anche migliorare la sicurezza e la qualità viaria per resilienza e sostenibilità”. “Dopo gli importanti risultati raggiunti, nell’ ambito del Pnrr Terremoto, sul piano delle infrastrutture (con la realizzazione della progettazione e dei primi stralci e della Pedemontana e con il finanziamento per i lavori di adeguamento delle stazioni ferroviarie di Ascoli, Tolentino e Fabriano), – spiega l’ assessore alla ricostruzione Guido Castelli – l’ attenzione della Regione si sta concentrando sui temi dello sviluppo socioeconomico e sulle dotazioni ricreative e sportive Da questo punto di vista è nostra intenzione valorizzare il parco progetti proposto ai Comuni in occasione del Contratto Istituzionale di Sviluppo”. (ANSA).

FONTE: https://www.ansa.it

Potrebbe interessarti anche