Home 5 Rassegna Stampa 5 Pnrr, ecco tutti i progetti di Brescia per aggiudicarsi altri 2 miliardi

Pnrr, ecco tutti i progetti di Brescia per aggiudicarsi altri 2 miliardi

Dei 4 miliardi ipotizzati durante l'assemblea di Confindustria per ora ne potrebbero arrivare solo 2, ma c'è ancora margine per presentare qualche nuovo progetto
Dei 4 miliardi ipotizzati durante l'assemblea di Confindustria per ora ne potrebbero arrivare solo 2, ma c'è ancora margine per presentare qualche nuovo progetto

Con l’ inizio del nuovo anno cominciano a delinearsi i contorni del complesso puzzle di finanziamenti regionali, nazionali ed europei che fino al 2026 caratterizzeranno la finanza locale pubblica e che, almeno negli intenti, andranno a cambiare – riammodernandolo – il paesaggio urbano della citt e della sua provincia, dotandolo di servizi pi efficienti e meno impattanti dal punto di vista ambientale. , nel senso che alcuni capitoli nazionali del Pnrr, per esempio quello delle infrastrutture ferroviarie, avranno sicuramente parziali ricadute locali, cos come, del resto, buona parte degli interventi viabilistici legati al Piano Lombardia. , fra Piano Lombardia (PL), Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr), fondi specifici per l’ Olimpiade invernale Milano-Cortina 2026, Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (Fsc) e Nuova Programmazione europea 2021-2027 (Npe), da qui ai prossimi cinque anni, , sui suoi 24 mila chilometri quadrati di territorio abitati da poco meno di 10 milioni di abitanti e 900 mila imprese, molti dei quali gi allocati. . Rientrano gi in questa cifra i 359 milioni di euro che il Comune di Brescia si aggiudicato per realizzare il tram nell’ Oltremella e gli altri 57 milioni per l’ housing sociale alla Tintoretto e Case del Sole. Ci sono tuttavia altre strade che la politica locale sta cercando di percorrere per portare a casa altri finanziamenti. Due gli attori in campo: Confindustria Brescia e Provincia. . A distanza di quasi tre mesi, la cifra sembra tuttavia essersi ridimensionata. C’ per da dire che gli sherpa di Confindustria Brescia nelle scorse settimane hanno creato un contatto con il Mise a Roma e da questo canale potrebbero nascere altre opportunit. . Formazione, aveva chiarito al a fine novembre Franco Gussalli Beretta, significa anzitutto strutture scolastiche e laboratoriali pi moderne. . Infine, per quanto riguarda il capitolo innovazione, lo di fine anno al Museo Santa Giulia ha chiarito la direzione: una cittadella in un’ ex zona industriale da finanziare, appunto, con fondi pubblici. , avanzata dal suo vicepresidente, Guido Galperti: il prolungamento della metropolitana di superficie dal capolinea di Sant’ Eufemia fino a Tormini di Ro Volciano.

FONTE: https://brescia.corriere.it

Potrebbe interessarti anche