Home 5 Rassegna Stampa 5 Perché da grande dovresti diventare innovation specialist

Perché da grande dovresti diventare innovation specialist

Una masterclass studiata per chi vuole diventare Innovation Specialist e immettere sul mercato del lavoro profili in linea con le esigenze delle aziende che oggi cercano sempre più figure in ambito Digital & Innovation
Una masterclass studiata per chi vuole diventare Innovation Specialist e immettere sul mercato del lavoro profili in linea con le esigenze delle aziende che oggi cercano sempre più figure in ambito Digital & Innovation

Una masterclass studiata per chi vuole diventare Innovation Specialist e immettere sul mercato del lavoro profili in linea con le esigenze delle aziende che oggi cercano sempre più figure in ambito Digital & Innovation. L’ Italia è terz’ultima nella classifica delle digital skill secondo il DESI 2020, il Digital economy and society index , cioè l’indice di digitalizzazione dell’economia e della società che comprende tutti i paesi dell’Unione Europea; questo è un fatto. Un altro fatto, poi, è che dall’avvento della pandemia, il 90% dei posti di lavoro richiede competenze digitali: le aziende, quindi, oltre ad effettuare un’opera di reskilling interno inteso come la riqualificazione del personale in forza tramite l’acquisizione di nuove competenze maggiormente richieste cercano anche nuove risorse dall’esterno in possesso di queste conoscenze, senza però riuscire sempre a trovarle. Dall’avvento della pandemia, il 90% dei posti di lavoro richiede competenze digitali. Le aziende hanno bisogno di nuove skills da far imparare ai talenti. L’analisi di questi fatti, uniti all’evidenza per cui i canali tradizionali di recruiting non funzionano e le aziende sono più che mai alla ricerca di profili da inserire in organico per fare innovazione (quali, tra i tanti, i numerosi Innovation Manager che le varie organizzazioni stanno cercando), ha portato Seedble a chiedersi come poter mettere a frutto la propria esperienza nel campo dei progetti di innovazione per colmare il gap di mercato nell’ambito delle competenze digitali. Nasce così nel 2021 il progetto Innovators Factory , con l’ambizione di arrivare a diventare un nuovo modo di fare recruiting per le aziende che vogliono portare avanti una costante innovazione interna ed esterna, offrendo profili competenti nell’ambito digital che possano giocare un ruolo chiave come Innovation Specialist , oggi, e diventare gli Innovation Manager del domani. Innovators Factory: di cosa si tratta L’obiettivo era chiaro: offrire ai giovani, laureandi o alle prime esperienze, un nuovo percorso professionale per informarsi e formarsi sui temi del digitale e dell’innovazione, sempre più importanti per le aziende, ma ancora poco presidiati dai corsi accademici tradizionali. Così il pool di Innovation Advisor di Seedble ha iniziato a dare vita all’Innovators Factory, una masterclass per attrarre dall’esterno e selezionare risorse junior appassionate di innovazione e proiettarle nel mondo del lavoro come aspiranti Innovation Specialist , tramite un network di aziende partner. Si è quindi pensato ad un percorso per laureandi, neo-laureati e profili junior , organizzato in una full-immersion di una settimana (con formula dal lunedì al venerdì) dove potessero essere gli stessi Innovation Advisor di Seedble a trasmettere competenze trasversali ai giovani appassionati di innovazione: dalla digital transformation al marketing , dall’ open innovation all’ employee experience ; una masterclass, quindi, aperta a tutti a prescindere dal background accademico di provenienza. Un percorso, una masterclass per trasmettere competenze trasversali agli appassionati di innovazione, futuri innovation specialist. Si è disegnata dunque un’organizzazione delle giornate formative improntata alla praticità : per mettere infatti alla prova i ragazzi con casi pratici e consentire loro di sviluppare delle competenze market-oriented, si sono sviluppati project work specifici per ogni modulo affrontato, in modo da testare sul campo le competenze dei partecipanti che per la prima volta sperimentavano davvero cosa vuol dire fare e portare innovazione nelle aziende studiando anche a fondo le dinamiche di team working . Si è, poi, pensato ad un momento finale di presentazione dei lavori fatti, in modo da testare anche le abilità di progettazione, presentazione e comunicazione dei partecipanti. Si è sviluppata, infine, una rete di aziende partner interessate all’iniziativa che, come Seedble, fossero alla ricerca di bacini di potenziali giovani talenti in ambito innovazione da inserire come risorse junior nelle relative organizzazioni, andando ad includere anche interventi dei partner e degli ospiti esterni nelle giornate della masterclass. E, così, si è dato il via all’Innovators Factory. L’esperienza della Factory: il punto di vista dei partecipanti Dal 13 al 17 dicembre si è tenuta la seconda edizione dell’Innovators Factory presso la nuova sede di Phluid , l’Innovation Hub di Seedble situato a Roma (se vuoi conoscerci meglio e saperne di più, incontra i Seedbler ): un’esperienza in presenza che ha permesso ai partecipanti di vivere a pieno la sensazione di lavorare e collaborare all’interno di un hub improntato all’innovazione, in modo da sperimentare e toccare con mano anche dinamiche quotidiane del lavoro degli Innovation Advisor . Dopo una prima edizione svolta nel luglio 2021 da remoto a causa delle disposizioni legate alla pandemia, l’esperienza della seconda edizione ha permesso di scaricare a terra il progetto dell’Innovators Factory nella sua totalità, per come era stato effettivamente progettato inizialmente, e che oggi arriva quindi a completezza pronto per ripetersi anche nel corso del 2022 con due nuove e successive edizioni. Ad oggi quindi, la masterclass targata Seedble conta già due edizioni di successo, con 20 risorse formate e selezionate a partire da oltre 150 candidature ricevute e più di 40 ore di lezione erogate. Conosciamo chi è riuscito a diventare innovation specialist Grazie a questo percorso, 5 ragazzi hanno trovato un’opportunità lavorativa presso Seedble o altre aziende partner dell’iniziativa, che sono così riuscite ad inserire in organico le figure digitali ed innovative che stavano cercando. Profili in ambito employee & customer experience, brand & comunicazione, ingegneria gestionale & design thinking, UX & Developing, sono i principali che hanno trovato immediato sbocco lavorativo al termine della masterclass grazie al percorso di placement diretto effettuato con il network dei partner. Perché diventare innovation specialist: la testimonianza di chi lo è diventata. Questo tipo di percorsi professionalizzanti inoltre, per l’innovatività stessa delle competenze su cui si concentrano, giocano anche un ruolo fondamentale anche per il cosiddetto placement indiretto : quello, cioè, che vede i partecipanti trovare nuove opportunità lavorative anche solo per aver inserito l’esperienza della Factory nel proprio CV, a testimonianza della ricerca attiva che le aziende stanno facendo su profili specializzati attraverso questo tipo di percorsi. Tra gli innovator-wannabe che hanno partecipato al percorso, infatti, alcuni hanno anche raccontato di come la Factory abbia aperto a loro nuove opportunità lavorative grazie all’ attraction che questa tipologia di percorsi incentrati sulle competenze digitali ha oggi sul mercato del lavoro. Se sei un giovane che mira a trasformarsi in un Innovation Specialist , resta connesso ai canali social di Seedble per scoprire quando candidarti per le nuove edizioni della Factory!

FONTE: https://spremutedigitali.com

Potrebbe interessarti anche