Home 5 In Primo Piano 5 Pandemia e Sicurezza sul Lavoro

Pandemia e Sicurezza sul Lavoro

Nuove normative sulla Sicurezza sul lavoro: cosa è cambiato e quali novità sul piano formativo?
Nuove normative sulla Sicurezza sul lavoro: cosa è cambiato e quali novità sul piano formativo?

L’arrivo del Covid-Sars19 ha modificato radicalmente il mondo del lavoro, e, allo stesso tempo sono sorte nuove problematiche e rischi legati alle modalità del suo svolgimento: dal telelavoro attivato durante il lockdown e continuato a singhiozzo nei due anni successivi, con il conseguente sovra-utilizzo della tecnologia, alla dimensione domestica non sempre congrua a svolgere l’attività lavorativa fino alle disposizioni sanitarie nei luoghi di lavoro.
In quest’ottica, è interessante osservare come proprio la pandemia sia stata un motore per ri-ragionare le leggi in materia di sicurezza.

Quale legge regola la sicurezza sul lavoro?

Il Testo Unico Sicurezza sul Lavoro (D. Lgs. 81/2008) ha visto una vera e propria riforma strutturale. È stato, infatti, ampliato con il Decreto-Legge n. 146/2021, che tiene in considerazione i cambiamenti radicali degli ultimi due anni e introduce una serie di nuove misure: dall’incentivazione dell’attività di vigilanza, e quindi maggiore coordinamento dei soggetti che si assicurano del rispetto delle disposizioni di sicurezza, all’ implementazione delle attività formative per lavoratori e datori di lavoro.

Cosa sapere sulla sicurezza sul lavoro? Ecco tutte le novità sulla formazione

Le modifiche apportate con la ‘miniriforma’ del D. Lgs. 146/2021 si soffermano proprio sulle attività formative e di addestramento: sono stati individuati la durata obbligatoria dei corsi, i contenuti minimi per settore, le modalità di formazione e di verifica finale di apprendimento obbligatoria e controlli di efficacia della formazione durante lo svolgimento della prestazione lavorativa.

Un nuovo corso firmato Skills4Capital sulla sicurezza sul lavoro

Per rispondere prontamente a queste nuove disposizioni, Skills4Capital ha pubblicato la collection “La cultura della salute e sicurezza sul luogo di lavoro”, che ha come obiettivo l’aggiornamento quinquennale obbligatorio della formazione dei lavoratori, preposti e dirigenti, approfondimenti sui modelli di organizzazione e gestione della sicurezza in azienda, le indicazioni sui sistemi di controllo dal personale ispettivo delle Direzioni Territoriali del Lavoro e i compiti di accertamento medico legale da parte dell’INAIL.
Il corso, oltre ad offrire la formazione necessaria e prevista dal decreto, guarda alle problematiche attuali, focalizzandosi sulle nuove tematiche sorte con la pandemia, sia per quanto concerne il lavoro da casa, fornendo indicazione sulle misure di protezione da adottare nel nuovo ambiente di lavoro domestico, che le problematiche psicologiche che derivano dall’over-working da telelavoro, e sulla formazione ai lavoratori nella prevenzione dal rischio biologico causato dalla pandemia.
Durante le lezioni del corso saranno, pertanto, illustrate le procedure di sicurezza da attuare nei luoghi di lavoro e saranno forniti ai lavoratori gli elementi teorici e pratici per una applicazione più efficace delle procedure di sicurezza necessarie in questa particolare situazione di emergenza.
La pandemia ha portato a ripensare le misure da adottare per la sicurezza sul lavoro in cui la formazione è il primo passo fondamentale per evitare il rischio ed è in questa direzione che si muove la proposta formativa di Skills4Capital volta ad educare alla sicurezza lavoratori, datori di lavoro e preposti.

Scopri la nostra offerta formativa On Demand: skills4capital

Normativa completa disponibile qui.

Redazione Intesa Sanpaolo Formazione

Potrebbe interessarti anche