Home 5 Rassegna Stampa 5 Italia sotto attacco hacker: in tilt i sistemi della sanità lombarda

Italia sotto attacco hacker: in tilt i sistemi della sanità lombarda

Aumenta il cybercrimine: nel mirino le aziende italiane
Aumenta il cybercrimine: nel mirino le aziende italiane

L’ Italia resta tra i paesi più colpiti dagli attacchi hacker. La conferma arriva dai dati relativi all’ Eurozona : tra i bersagli si contano sia privati sia aziende, vittime di costanti frodi ransomware e phishing attraverso software malevoli. Le recenti stime registrano più di 57mila attacchi alle sole imprese italiane con conseguente furto di dati sensibili come informazioni personali e credenziali bancarie. Nel mirino ci sono soprattutto le aziende provenienti dal settore manifatturiero e quelle relative al mondo della moda, seguite da quelle dell’ Information Technology e del settore bancario/finanziario. Esponenziale è anche la crescita degli attacchi hacker verso aziende e imprese del settore della sanità pubblica, il cui personale si trova quotidianamente piegato a tentativi di furto di dati delle cartelle medico-sanitarie, bottino appetibile agli occhi dei criminali della rete in quanto tesoriere di significative informazioni personali dei pazienti di riferimento. L’ ultima vittima in Italia è stata proprio la sanità lombarda, colpita tra il 30 aprile e il 1 maggio 2022 da un grave atto di hackeraggio esteso a oltre 500 dei propri server. Attacchi hacker negli ambienti privati Gli attacchi informatici aumentano anche nelle case dei cittadini italiani. Il fenomeno si è sviluppato specialmente durante la prima fase pandemica, con il necessario trasferimento della realtà nel virtuale. Tra i metodi più utilizzati dai cybercriminali spicca la falsa iscrizione su domini simili a quelli ufficiali e governativi creati ad hoc; oppure tramite attacchi di SQL Injection (23%); ancora, mediante la pratica del Bug Hunting (20%): anche in ambito privato la maggior parte delle azioni malevole celano in realtà dannosi file malware (36,7%) e sono finalizzate al furto di informazioni personali o bancaria del singolo. All’ ondata di attacchi hacker ha conseguito il raddoppiamento delle spese sulla cybersicurezza da parte di pubblici e privati italiani. Anche il singolo cittadino preferisce investire sulla protezione online, aumentando la soglia di protezione dei propri dispositivi tecnologici. Tra i metodi più accolti dalle case italiane spicca l’ installazione di adeguati sistemi antivirus; oggi disponibili anche con vpn inclusa, di cui è consigliabile utilizzarne una altamente performante come ad esempio NordVPN. Quest’ ultima è infatti una rete privata virtuale che consente di navigare in sicurezza e a elevata velocità: le opinioni sulla NordVPN riportate su siti dedicati asseriscono l’ efficienza di servizio attraverso l’ utilizzo di un programma affidabile, economico e sicuro. Qualche suggerimento per navigare in sicurezza Di fronte all’ aumento esponenziale dei cyber crimini informatici nel settore pubblico e privato italiano, non è mai troppo insistere sugli investimenti sulla sicurezza via web a livello nazionale. In merito quest’ anno avrà luogo a Roma il CyberTech 2022 , l’ evento dedicato alla cyber security; grande punto d’ incontro per i massimi leader di industrie e istituzioni di tutto il territorio al fine di identificare le alternative migliori su cui investire i propri fondi per garantire un’ adeguata e costante protezione delle reti italiane e mondiali. Oltre al tema della sicurezza e della difesa digitale, durante tale evento si discuterà anche di energia, di spazio e di mobilità.

FONTE: https://www.bitmat.it

Potrebbe interessarti anche