Home 5 Rassegna Stampa 5 Investire nei macro-temi per governare la volatilità

Investire nei macro-temi per governare la volatilità

Van Weyenberg (Candriam): "Le sfide ambientali, come la crescente attenzione alla salute e al benessere creano opportunità di rendimento"
Van Weyenberg (Candriam): "Le sfide ambientali, come la crescente attenzione alla salute e al benessere creano opportunità di rendimento"

Governare la volatilità è l’ ambizione di ogni investitore nelle fasi di turbolenza come quelle attuali. Per Ken Van Weyenberg , senior client portfolio manager di Candriam , la scelta più saggia da adottare per non farsi condizionare dalle crescenti incertezze è puntare sui mega-trend destinati a cambiare l’ economia e la vita quotidiana. Uno scenario che darà vita a nuovi campioni sui quali investire con buone possibilità di profitto. Perché in questa fase puntate molto sui fondi tematici? Innanzitutto va detto che i mercati azionari globali come regola generale non amano l’ incertezza. Attualmente, la mancanza di visibilità sulla guerra che la Russia ha iniziato in Ucraina tiene in scacco i mercati azionari e ha colpito anche i fondi tematici.Gli investimenti tematici possono fornire un supporto all’ investitore di lungo termine nonostante condizioni di mercato più volatili. L’ interesse a investire in aree che non solo beneficiano delle condizioni del momento ma sono anche fonti di crescita a lungo termine è ora più importante che mai. La forte identificazione di un investitore con il tema scelto aiuta a resistere meglio alla volatilità del mercato, poiché la logica a lungo termine è ancora chiaramente presente ed è più facile attenersi ad essa rispetto a quando si effettuano investimenti in fondi più generalisti, dove il legame emotivo è meno importante. Ken Van Weyenberg, senior client portfolio manager di Candriam In genere quando si fa asset allocation si decide la percentuale da dedicare alle diverse asset class. Con i tematici vale lo stesso ragionamento o cambiano i parametri di valutazione? Sì e no. Un tema positivo avrà ovviamente un impatto altrettanto positivo sugli asset sia dell’ azionario che del reddito fisso esposti a esso. Nell’ azionario, a causa della globalizzazione, l’ allocazione regionale è diventata meno importante. Si tratta di scegliere le società migliori ovunque siano quotate. I trend più importanti, siano essi sociali, normativi, ambientali, demografici o di altro tipo, sono globali, visibili e hanno un impatto su tutte le regioni. I tematici non dovrebbero essere utilizzati solo come strategia satellite. Alcuni si adattano perfettamente a un portafoglio come partecipazioni core, dato questo loro orizzonte di investimento a lungo termine. Se dovessimo dare una percentuale, sarebbe compresa tra il 15 e il 25% della parte azionaria. I fondi tematici nella nostra gamma si basano sui megatrend e sui rispettivi sotto-trend disruptive che abbiamo identificato. Queste tendenze a lungo termine hanno spesso un’ importante connotazione Esg . Fonte: Candriam Qualche esempio? Le sfide ambientali, come la lotta contro il riscaldamento globale e lo sfruttamento eccessivo delle nostre risorse naturali , sono tematiche fortemente presenti anche negli investimenti Esg. La salute e il benessere fanno parte delle future sfide del mercato secondo la nostra analisi Esg. Logo EFPA Italia Logo ANASF in collaborazione con in collaborazione con Il rapporto online su Finanza e Investimenti di Affari & Finanza in collaborazione con Anasf Con il contributo di Le rubriche Consulenza Finanziaria a portata di business in collaborazione con Anasf.

FONTE: https://www.repubblica.it

Potrebbe interessarti anche