Home 5 Rassegna Stampa 5 Google spenderà 9,5 miliardi di dollari in uffici e data center

Google spenderà 9,5 miliardi di dollari in uffici e data center

Nel 2022 la società del gruppo Alphabet investirà per allargare la propria presenza negli Stati Uniti, tra data center, campus e nuovi uffici in California e a New York.
Nel 2022 la società del gruppo Alphabet investirà per allargare la propria presenza negli Stati Uniti, tra data center, campus e nuovi uffici in California e a New York.

Google si prepara a spendere 9,5 miliardi di dollari per allargare la propria presenza negli Stati Uniti con nuovi uffici e data center. E se l’ aggiunta di infrastrutture di elaborazione dati, di supporto alla piattaforma cloud, non stupisce, di questi tempi è più degna di nota la volontà di creare nuovi spazi di lavoro, anziché aumentare le componente di smart working. Ma in realtà non bisogna stupirsi neanche di questo, perché tre mesi fa l’ azienda del gruppo Alphabet aveva già compiuto una mossa simile in Europa, annunciando un investimento gigantesco per una prestigiosa sede nel centro di Londra. Sono chiari segni del fatto che Google crede ancora nel lavoro in presenza , sebbene intrecciato con la partecipazione da remoto. Con i loro spazi dedicati al coworking, alla creatività e al relax, d’ altra parte, gli uffici di Big G già vent’ anni fa avevano ben poco di tradizionale e anticipavano di molto i tempi. Negli ultimi cinque anni la società ha investito negli Stati Uniti oltre 37 miliardi di dollari destinati alla costruzione di uffici e data center, creando 40mila posti di lavoro. A questa somma vanno aggiunti i 40 miliardi di dollari spesi in ricerca e sviluppo negli ultimi due anni e, ora, il nuovo investimento. I 9,5 miliardi di dollari annunciati serviranno, tra le altre cose, per terminare la costruzione (già in corso) di un nuovo campus a Kirkland, nello Stato di Washington, a realizzare nuovi edifici multifunzionali a San Jose , in California, ad allargare il footprint dei data center in Nebraska , Nord Virginia e Oklahoma . E ancora a finanziare l’ apertura, prevista entro fine 2022, di un nuovo ufficio a Manhattan nel Pier 57, l’ iconico molo lungo il fiume Hudson. Google si aspetta anche di creare da qui alla fine dell’ anno almeno 12mila nuovi posti di lavoro a tempo pieno e ” migliaia di altri tra fornitori, partner e comunità locali” , ha fatto sapere l’ azienda. Il campus di Kirkland, in via di realizzazione; nella foto in alto, il Pier 57 di New York “Accelerare il nostro investimento negli uffici fisici, anche con la maggiore flessibilità nel modo di lavorare che stiamo adottando, potrebbe sembrare un controintuitivo” , ha scritto il Ceo di Google di Alphabet, Sundar Pichai . “Tuttavia crediamo che sia più importante che mai investire nei nostri campus e che così facendo avremo migliori prodotti, una maggiore qualità di vita per i nostri dipendenti e delle comunità più solide”. L’ amministratore delegato ha anche ribadito l’ impegno dell’ azienda verso l’ obiettivo di alimentare tutti gli uffici e data center con sole energie rinnovabili entro il 2030 e ha elencato alcuni dei contributi di Google sul fronte dell’ occupazione. Nel suo report “2021 Economic Impact Report”, appena pubblicato, l’ azienda sostiene di aver contribuito all’ economia statunitense per 617 miliardi di dollari solo nel 2021, alimentando le attività professionali di imprenditori, creativi, sviluppatori ed editori. Inoltre lo scorso anno l’ ecosistema di Android ha generato, secondo le stime, quasi due milioni di posti di lavoro, mentre nel 2020 YouTube ha alimentato i guadagni di 394.000 persone.

FONTE: https://www.ictbusiness.it

Potrebbe interessarti anche