Home 5 Rassegna Stampa 5 ENPAIA, Piazza: “Investire in economia reale e sostenibilità: scelta vincente”

ENPAIA, Piazza: “Investire in economia reale e sostenibilità: scelta vincente”

L' intervista al presidente della Fondazione in occasione della presentazione al Senato della Relazione annuale 2021
L' intervista al presidente della Fondazione in occasione della presentazione al Senato della Relazione annuale 2021

presidente della Fondazione Enpaia, Giorgio Piazza , in occasione della presentazione della Relazione annuale 2021 della Fondazione Enpaia, svoltasi questa mattina al Senato. “Nonostante le difficoltà sanitarie, sociali ed economiche dovute alla pandemia, la Fondazione è riuscita a perseguire la sua missione istituzionale. A dicembre 2020 risultavano iscritti alla Fondazione 38.698 lavoratori (+1% rispetto al 2019) impiegati presso 8.626 aziende (+1,6%). Nel corso del 2020 la Fondazione ha erogato prestazioni agli iscritti per 146.684.027 euro, in aumento del 4% rispetto al 2019. L’ esercizio si è chiuso con un avanzo economico di oltre 17 milioni di euro (+18% rispetto al 2019). Per quanto riguarda la gestione finanziaria, sono stati prodotti risultati rimarchevoli: il rendimento della gestione mobiliare è stato pari a +3,7%, migliore rispetto al 2019 quando la redditività si fermò a +2,7%”. È quanto ha affermato il, in occasione della “Sicuramente il dato più rilevante riguarda l’ incremento della redditività del nostro patrimonio che nella parte immobiliare è passato dal circa 3,6% dello scorso anno a oltre il 4% previsto per la fine del 2021. È sicuramente un dato in controtendenza ma che dimostra che la scelta di investire in economia reale e in investimenti sostenibili ESG è vincente in quanto va nel senso di quello che i mercati cercano ovvero il contrasto ai cambiamenti climatici e un’ etica interna agli investimenti. Attualmente oltre l’ 85% dei nostri investimenti ha già queste caratteristiche”.”Sono le sfide di un nuovo welfare, di una previdenza moderna che segua l’ evoluzione del mercato del lavoro. Come ho detto durante la relazione adesso ci sono ragazzi che studiano e che probabilmente quando si diplomeranno o si laureeranno faranno un lavoro che adesso non esiste. L’ evoluzione legata alla ricerca e all’ innovazione sul tema biologico e sull’ intelligenza artificiale, nonché l’ associazione di queste due innovazioni, io credo debba trovare l’ agricoltura ed Enpaia pronte a governare questo cambiamento”.”È un bel progetto. Ci avevamo già provato con il progetto Agrifondo che però non ha trovato, dal punto di vista della condivisione da parte degli organismi di controllo, nessuna apertura. Siamo dunque dovuti tornare indietro e adesso ripenseremo tale progetto. La volontà di coinvolgere tutto il mondo dell’ agricoltura, compresi i lavoratori autonomi, rimane uno dei progetti principali di Enpaia”.

FONTE: https://finanza.lastampa.it

Potrebbe interessarti anche