Home 5 Rassegna Stampa 5 Eco-design, nasce Ricoeso: la startup del riciclo che trasforma i rifiuti inerti in arredi urbani

Eco-design, nasce Ricoeso: la startup del riciclo che trasforma i rifiuti inerti in arredi urbani

Dalle panchine ai lampioni, dalle staccionate ai cestini, fino alle pavimentazioni e ai marciapiedi, ogni prodotto è ottenuto al 100% con materiali riciclati
Dalle panchine ai lampioni, dalle staccionate ai cestini, fino alle pavimentazioni e ai marciapiedi, ogni prodotto è ottenuto al 100% con materiali riciclati

Si chiama Ricoeso ed è una startup del riciclo che realizza arredi urbani di eco-design attraverso materiali provenienti dal trattamento dei rifiuti inerti prodotti dalle attività di costruzione e demolizione. Una novità che permette di arredare gli spazi in modo sicuro, ecologico e in armonia con il contesto, senza rinunciare allo stile e al design. Dalle panchine ai lampioni, dalle fontanelle ai portabici, dalle staccionate ai cestini, fino alle pavimentazioni e ai marciapiedi, ogni prodotto è ottenuto al 100% con materiali riciclati. “I nostri manufatti per l’ arredo della città e degli spazi aperti pubblici e privati presentano caratteristiche pari, se non superiori per qualità e prestazioni, agli stessi arredi prodotti con materie prime vergini frutto delle attività estrattive- evidenzia il socio fondatore di Ricoeso, Paolo Barberi – Ricoeso nasce dalla volontà di contribuire in modo tangibile alla costruzione di città realmente sostenibili, dando l’ opportunità ad amministrazioni pubbliche e a soggetti privati di poter di essere protagonisti dei processi di economia circolare, in grado di coniugare sostenibilità, estetica e una bassa impronta ambientale”. Ogni anno in Italia il 78% dei rifiuti da costruzione e demolizione (pari a più di 40 milioni di tonnellate), che costituiscono circa il 30% di tutti i rifiuti prodotti, viene recuperato .I rifiuti inerti provenienti dai cantieri edili vengono conferiti presso l’ impianto di trattamento che li trasforma in aggregati riciclati, sotto forma di sabbia e breccia; con queste ultime, attraverso un processo di lavorazione, vengono creati arredi urbani dal design accattivante, messi poi sul mercato. È questo il processo circolare che dà vita agli arredi. E per la posa in opera di questi o altri arredi, Ricoeso mette a disposizione anche la stessa sabbia 100% riciclata , ottenuta dal trattamento di rifiuti inerti di recupero da attività di costruzione e demolizione (confezionata in sacchetti da 25 chili), con cui è possibile installare gli elementi di arredo urbano. Nata a Roma dall’ attenzione per la sostenibilità e per l’ economia circolare,l’ azienda conta della collaborazione di 4 partner: Eco Logica 2000 (uno dei principali operatori del riciclo dei rifiuti da costruzione e demolizione del centro Italia), Sol.Pre.A. (azienda leader nel settore dell’ edilizia civile e industriale), Interprogetti (società di ingegneria marittima, civile e ambientale) e l’ architetto Francesco Andreani , esperto di urbanistica ed edilizia privata. Il battesimo si è tenuto nei giorni scorsi durante lamanifestazione “Il Festival del Verde e del Paesaggio” (tenutasi all’ Auditorium Parco della Musica di Roma, il 13-14-15 maggio), dove Ricoeso ha riprodotto una vera e propria “città circolare”, mettendo in mostra tutti gli arredi urbani presenti all’ interno del suo catalogo. Video del giorno “Pausini si è vestita non tenendo conto della bilancia”. Il body shaming contro la cantante provoca la lite tra i due conduttori di Uno Mattina.

FONTE: https://www.repubblica.it

Potrebbe interessarti anche