Home 5 Rassegna Stampa 5 Cosa faranno Leonardo e Adr per la cybersecurity di Ciampino e Fiumicino

Cosa faranno Leonardo e Adr per la cybersecurity di Ciampino e Fiumicino

Adr si affida a Leonardo per la cybersecurity degli aeroporti di Roma Ciampino e Fiumicino
Adr si affida a Leonardo per la cybersecurity degli aeroporti di Roma Ciampino e Fiumicino

Adr si affida a Leonardo per la cybersecurity degli aeroporti di Roma Ciampino e Fiumicino. Oggi Leonardo e Aeroporti di Roma hanno siglato una partnership volta allo sviluppo di iniziative congiunte al fine di favorire la transizione in smart hub degli asset aeroportuali gestiti da AdR. Lo rende noto un comunicato congiunto. La partnership prevede lo sviluppo progetti congiunti negli ambiti cyber security, sorveglianza, monitoraggio, comunicazione e supporto alla decisione per le infrastrutture critiche e mobilità aerea urbana. ‘Orgogliosi di fornire le nostre avanzate soluzioni nei settori dell’ AD&S e della cyber sicurezza ad ADR per rafforzare e promuovere innovazione, digitalizzazione e sostenibilità ambientale del primo polo aeroportuale italiano’ ha commentato l’ ad di Leonardo, Alessandro Profumo. ‘L’ intesa nasce dalla volontà di due grandi aziende di condividere una visione comune di fare sistema per individuare soluzioni innovative, sostenibili e realmente efficaci potendo così contribuire al meglio alla transizione sostenibile e digitale del settore dell’ aviazione a beneficio del Paese’ ha dichiarato l’ ad di Aeroporti di Roma Marco Troncone. Riguardo al futuro della mobilità aerea urbana, proprio Adr sta sviluppando infatti un servizio di taxi volante con la tedesca Volocopter , la cui partenza è prevista nel 2024. Tutti i dettagli. COSA PREVEDE LA PARTNERSHIP TRA LEONARDO E ADR Le direttrici dell’ accordo – spiega la nota – riguardano la congiunta progettualità per realizzare soluzioni e servizi nell’ ambito della cyber security, in quello dei sistemi di sorveglianza, monitoraggio, comunicazione e supporto alle decisioni dedicati alle infrastrutture critiche e nella mobilità aerea urbana. In particolare riguarderanno “i requisiti di sviluppo di infrastrutture di terra e controllo del traffico aereo”. A DISPOSIZIONE I SECURITY OPERATION CENTER DI LEONARDO Nella cyber security, la collaborazione con Leonardo permetterà ad Adr di sviluppare un servizio gestito di raccolta ed elaborazione di informazioni ed eventi, analizzati tramite Artificial Intelligence, che sfrutterà i Security Operation Center (SOC) di Leonardo di Chieti, in Italia, e Bristol, in UK, per individuare i profili di rischio specifici dell’ hub aeroportuale. Saranno inoltre implementati servizi di cyber intelligence con l’ obiettivo di prevenire eventuali attacchi, comprendendone matrice e caratteristiche, e di verificare il grado di sicurezza delle infrastrutture. E LA PIATTAFORMA CYBER RANGE Sfruttando poi la piattaforma Cyber Range di Leonardo, sarà creato un gemello digitale – digital twin – del polo aeroportuale di Roma per simulare attacchi e studiare le opportune modalità di reazione e per formare il personale delle strutture operative. RIGUARDO I SISTEMI DI SORVEGLIANZA E MONITORAGGIO Riguardo ai sistemi di sorveglianza, monitoraggio, comunicazione e supporto alle decisioni, Leonardo metterà al servizio di Adr la piattaforma X-2030, per la raccolta, integrazione e valorizzazione delle informazioni di sicurezza da fonti diversificate e il coordinamento degli interventi, Global Ranger System, applicazione SCADA per il controllo e la supervisione remota delle infrastrutture di trasporto, e la piattaforma web Ganimede, basata sul deep learning per l’ analisi di sorgenti video live o registrate. MOBILITÀ URBANA Infine, nel settore della mobilità aerea urbana, Leonardo e Adr massimizzeranno le sinergie per l’ elaborazione di requisiti infrastrutturali e di interfaccia e per lo studio di tematiche inerenti sia il controllo del traffico aereo di terra sia gli aspetti normativi e regolamentari delle operazioni in volo. In questo ambito Adr, che sta partecipando con Leonardo al tavolo nazionale con Enac per la roadmap nazionale della Urban Air Mobility e Advanced Air Mobility, intende avviare i primi collegamenti a Fiumicino nel 2024 anche in collaborazione con uno dei costruttori più avanzati, e posizionarsi come player internazionale nello sviluppo delle infrastrutture di terra, i cosiddetti vertiporti. Lo scorso ottobre Adr ha presentato infatti il progetto Volocity con la startup tedesca Volocopter (tra i soci anche Atlantia e la cinese Geely). La startup tedesca Volocopter punta a rendere l’ aeroporto di Fiumicino un sito pioniere per Volocity, il taxi biposto a pale rotanti e alimentato a batteria che sta sviluppando. L’ obiettivo è fornire un servizio di trasporto da Fiumicino alla stazione Termini in 20 minuti tramite taxi volante ed elettrico dal 2024. ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine Errore.

FONTE: https://www.startmag.it

Potrebbe interessarti anche