Home 5 Rassegna Stampa 5 Ambiente: come sfatare, con stile leggero, falsi miti e convinzioni errate sul cambiamento climatico e altri temi

Ambiente: come sfatare, con stile leggero, falsi miti e convinzioni errate sul cambiamento climatico e altri temi

Il podcast, uno dei media sempre più amati dal pubblico, si fa portavoce della salvaguardia del nostro Pianeta in tutte le sfumature possibili. Ma con chiarezza e semplicità
Il podcast, uno dei media sempre più amati dal pubblico, si fa portavoce della salvaguardia del nostro Pianeta in tutte le sfumature possibili. Ma con chiarezza e semplicità

In Italia, su 102 capoluoghi di provincia, nessuno rispetta i limiti di inquinamento atmosferico stabiliti dall’ OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). Lo rivela il rapporto annuale di Legambiente “Mal’ aria”. Davanti a questo scenario, Legambiente ribadisce “l’ urgenza di ripensare e ridisegnare in prima battuta le aree metropolitane, gli spazi pubblici urbani e la mobilità sostenibile”. La sostenibilità è infatti la sfida più grande del nostro tempo. Vincerla è fondamentale per salvaguardare il Pianeta e le nuove generazioni. Ma nonostante il consenso unanime tra gli scienziati di tutto il mondo su questo tema, falsi miti e convinzioni sbagliate sembrano duri a morire. Per fare chiarezza arriva ‘ Dicono che ‘, la nuova serie podcast di Chora , la podcast company italiana diretta da Mario Calabresi. Promossa dal Gruppo Hera (una delle maggiori multiutility italiane che opera nei settori ambiente, energia e idrico), la serie sarà raccontata dal podcaster Gianpiero Kesten , conduttore radiofonico e già autore del podcast ‘Cose Molto Umane’. Dal cambiamento climatico alla decarbonizzazione, dall’ economia circolare alle novità su plastica, acqua, lavoro e mobilità sostenibile, Kesten cerca, nel corso di sette episodi da 15 minuti circa l’ uno, di rispondere in modo semplice e diretto ad alcune delle domande più comuni su questi argomenti. Aprendo, puntata dopo puntata, un dialogo con i vari esperti. Dunque, microfoni accesi per ricercatori, climatologi, professori universitari per guidare l’ ascoltatore verso una maggiore consapevolezza del vivere sostenibile. Il podcast è disponibile su tutte le app free (Spotify, Apple Podcast, Spreaker, Google Podcast), su Choramedia.com e sul sito www.gruppohera.it/podcast , con un nuovo episodio online ogni giovedì fino al 24 marzo . Dopo la puntata del 10 febbraio ‘È soltanto maltempo’ col climatologo Luca Mercalli in cui si è parlato di cause, conseguenze e possibili rimedi per contrastare i cambiamenti climatici, giovedì 17 sarà Emanuele Bompan , giornalista ambientale e geografo ad intrattenere il pubblico sul tema dell’ economia circolare. Un concetto spesso sovrapposto al solo riciclo, ma in verità molto più ampio e che riguarda, oltre ai rifiuti, anche acqua ed energia. Bisogna ripensare i sistemi produttivi e i modelli di consumo, impegnarsi per tutelare tutte le risorse, promuoverne il riuso e ridurre gli sprechi. Gianpiero Kesten Il 24 febbraio Anna Donati , esperta di mobilità sostenibile e coordinatrice del Gruppo Mobilità del Kyoto Club, sfaterà il luogo comune che la mobilità elettrica sia l’ unica soluzione per un futuro più green. Per raggiungere i risultati indicati dagli accordi sul clima, infatti, tutta la mobilità va resa più sostenibile. Non esistono solo i veicoli elettrici. Una mobilità davvero sostenibile si compone di più soluzioni, che possono integrarsi tra loro. Comprare un’ auto elettrica o il monopattino, usare mezzi pubblici o in sharing, preferire la bicicletta o spostarsi a piedi sono tutte scelte amiche dell’ ambiente. Per non parlare degli investimenti e incentivi necessari da parte delle istituzioni per rendere più sostenibile anche lo spostamento delle merci. Le altre puntate affronteranno i seguenti temi, spesso al centro di errate semplificazioni: ‘Decarbonizzazione = energie rinnovabili’ con Massimo Tavoni (3 marzo); ‘La transizione è un’ occasione solo per i giovani’ con Sara Segantin (10 marzo); ‘La plastica non fa bene all’ ambiente’ con Renato Zelcher (17 marzo) e ‘L’ acqua in bottiglia è più sicura’ con Donato Berardi (24 marzo). ‘ Dicono che ‘ propone la trattazione di contenuti scientifici con un taglio divulgativo, in tono leggero, semplice ma di effetto. Un lavoro di comunicazione che sfrutta l’ expertise del Gruppo Hera e la sua storica attenzione alla sostenibilità per diffondere un’ informazione corretta e fare chiarezza sulle sfide che ci attendono. Perché ciascuno deve fare la propria parte, se vogliamo salvare il Pianeta.

FONTE: https://www.lastampa.it

Potrebbe interessarti anche