Home 5 Rassegna Stampa 5 ACP sgr investe 60 mln euro in 5 mesi con il nuovo fondo SMAC, con bollino ESG, dedicato a crediti commerciali e crediti d’ imposta super ed ecobonus

ACP sgr investe 60 mln euro in 5 mesi con il nuovo fondo SMAC, con bollino ESG, dedicato a crediti commerciali e crediti d’ imposta super ed ecobonus

Alternative Capital Partners sgr , in linea con la sua missione di coniugare principi ESG e investimenti alternativi innovativi a elevato impatto su ambiente ed economia reale, ha lanciato sotto traccia SMes Alternative Credit Fund (SMAC) , il primo fondo di investimento alternativo italiano chiuso ESG specializzato nell' acquisto pro-soluto di crediti commerciali in bonis e nel trading di crediti d' imposta Super/Ecobonus , che nel giro di soli 5 mesi di operatività ha raggiunto un secondo closing di raccolta con un pool di primari Investitori Istituzionali e ha già investito un totale di 60 milioni di euro , sottoscrivendo strumenti innovativi di Supply Chain Finance (si veda qui il comunicato stampa ).
Alternative Capital Partners sgr , in linea con la sua missione di coniugare principi ESG e investimenti alternativi innovativi a elevato impatto su ambiente ed economia reale, ha lanciato sotto traccia SMes Alternative Credit Fund (SMAC) , il primo fondo di investimento alternativo italiano chiuso ESG specializzato nell' acquisto pro-soluto di crediti commerciali in bonis e nel trading di crediti d' imposta Super/Ecobonus , che nel giro di soli 5 mesi di operatività ha raggiunto un secondo closing di raccolta con un pool di primari Investitori Istituzionali e ha già investito un totale di 60 milioni di euro , sottoscrivendo strumenti innovativi di Supply Chain Finance (si veda qui il comunicato stampa ).

Nel dettaglio, il fondo sottoscrive note di cartolarizzazione di crediti negoziati sulla piattaforma digitale fintech CashInvoice , con la quale il fondo ha siglato una partnership esclusiva. CashInvoice, guidata da Luca Scali , business angel e partner di Digital Magics Adriatico, è tra gli operatori italiani leader nel settore dell’ invoice trading: attiva dal 2017, a oggi ha intermediato oltre 200 milioni di transazioni, conta un portafoglio di oltre 350 aziende cedenti e di 1.700 debitori ceduti (si veda qui l’ ultimo Report di BeBeez su piattaforme fintech e venture capital , relativo ai primi 8 mesi 2021, e qui il Report di BeBeez su quanto finanziano le piattaforme fintech , relativo al 2020, disponibili per gli abbonati a BeBeez News Premium e BeBeez Private Data ). In questo modo il fondo fornisce liquidità in tempi molto ridotti (48-60 ore) a imprese italiane attive principalmente nel settore terziario, in quello manifatturiero e nell’ edilizia, tra cui quelle attive nella riqualificazione energetica degli immobili. Tra i clienti di SMAC figurano grandi imprese del settore energetico, piccole imprese distrettuali di costruzione e un consorzio industriale che raggruppa oltre 50 pmi attive nei settori energia e impiantistica civile. Il fondo distribuisce semestralmente agli Investitori interessi con una cedola fissa del 3% annuo con un ritorno finanziario atteso netto del portafoglio investito superiore al 5% annuo e ridotti profili di rischio e assorbimento di capitale per alcune tipologie di investitori. A oggi, peraltro, il fondo ha già realizzato un rendimento finanziario superiore a quello obiettivo. Il tutto con una duration limitata, visto che con i capitali raccolti il fondo compra e cede crediti delle aziende a breve termine ed è quindi in grado di movimentare molto più capitale di quello che effettivamente raccoglie, consentendo da un lato ale aziende di ricevere liquidità immediata e dall’ altro agli investitori di ottenere rendimenti molto interessanti. Inoltre il fondo è strutturato in modo da mitigare il rischio per gli investitori, sia perché il credito erogato viene integralmente coperto da polizza assicurativa, prestata da una primaria compagnia assicurativa con rating S&P AA e Moody’ s Aa3, sia perché il portafoglio è costruito prevedendo un’ ampia diversificazione, basata su un modello di sourcing dei crediti multi-originator e multi-canale , attivato in partnership con primari operatori del settore finanziario e industriale, inclusi gli stessi Investitori Istituzionali sottoscrittori del fondo. A questo proposito, CashInvoice, oltre a mettere a disposizione la piattaforma tecnologica, in qualità di portfolio agent , è coinvolta nell’ origination e onboarding tramite processi totalmente digitali di selezione delle opportunità, di elaborazione delle proposte di pricing, di verifica dei rischi di credito, di cyber security e gestione delle frodi. SMAC è inoltre il primo FIA italiano green di Credit Trading classificato come fondo ESG in accordo all’ art. 8 del Regolamento europeo SFDR ((Sustainable Finance Disclosure Regulation) , in quanto favorisce, nel proprio processo di selezione e valutazione degli investimenti, le imprese più virtuose in termini di sostenibilità, tramite una metodologia proprietaria che combina un ESG Assessment interno e un ESG Scoring esterno via Moody’ s Analytics . Anche su questo fronte CashInvoice condivide con ACP sgr l’ impegno sui principi di sostenibilità, tanto da essere in procinto di diventare una società benefit come B-corp certificata. Sul tema del trading di crediti d’ imposta Superbonus ed Ecobonus su piattaforme fintech, si veda anche l’ intervento dell’ amministratore delegato di ACP sgr, Evarist Granata , al webinar di Assofintech organizzato lo scorso marzo in collaborazione con BeBeez . In termini di obiettivi di sostenibilità ambientale, i 60 milioni di euro di investimenti già effettuati dal fondo in crediti d’ imposta Superbonus contribuiranno a realizzare interventi relativi a oltre 600 progetti di riqualificazione energetica di immobili residenziali, generando un impatto stimato di riduzione di CO2 superiore a 3.000 tonnellate/anno. ACP sgr, in qualità di fund manager e programme agent, si occupa dell’ attività di controllo e monitoraggio del portafoglio, delle analisi e valutazioni ESG e della definizione dei pricing definitivi dei crediti oggetto di acquisizione. La gestione del portafoglio di SMAC è affidata a un team di professionisti dedicato con un solido track record nel digital lending, nella finanza strutturata e nella gestione e trading di portafogli di crediti commerciali e fiscali, oltre che nel mondo del fintech. I professionisti coinvolti nella gestione degli investimenti, per il tramite della sgr, sono anche co-investitori del fondo. Evarist Granata , ad e responsabile degli investimenti di private capital di ACP sgr, ha commentato: ‘La BCE ha stimato che dal 2011 al 2017 i finanziamenti bancari alle pmi italiane sono diminuiti di oltre 100 miliardi di euro, una situazione esasperata dagli effetti della pandemia sul sistema economico e produttivo in Italia. Le imprese di piccole e medie dimensioni necessitano di trovare liquidità immediata anche al di fuori dei canali tradizionali per supportare i crescenti fabbisogni di capitale circolante lungo tutti i processi di filiera verso clientela nazionale e/o estera. Riteniamo, pertanto, che il credit Ttrading stia diventando un’ asset class emergente sempre più attrattiva in Italia che raggiungerà nel 2022 un valore potenziale stimato superiore a 500 miliardi di euro, includendo il mercato primario dei crediti commerciali in bonis e quello secondario dei crediti d’ imposta Super/Ecobonus’. Emanuele Ottina , presidente e responsabile del business development &fundraising di ACP sgr, ha aggiunto: ‘Il fondo SMAC può contare sull’ esperienza di ACP sgr nel mondo degli investimenti sostenibili di credito alternativo e di CashInvoice nel mondo del fintech per i servizi di credito digitale, rappresentando di fatto oggi l’ unica soluzione disponibile sul mercato italiano che offre da un lato servizi di liquidità a favore delle piccole medie e micro imprese italiane proiettate verso obiettivi di sviluppo sostenibile, dall’ altro un’ opportunità di investimento per primari Investitori Istituzionali interessati a disporre di uno strumento di short-term credit con rendimenti cedolari elevati a fronte di un profilo di rischio e assorbimento di capitale estremamente contenuti, andando a diversificare nel contempo il proprio portafoglio di investimenti in ambito strumenti alternativi di private capital.’.

FONTE: https://bebeez.it

Potrebbe interessarti anche